Bando per il sostegno alla competitività delle imprese nelle destinazioni turistiche, attraverso interventi di qualificazione dell’offerta e innovazione di prodotto/servizio, strategica e organizzativa

 

Alla presenza di numerosi intervenuti, tra i quali i rappresentanti delle Associazioni di categoria, sindacali nonché Imprese, Società e Cooperative si è tenuta, da parte della Regione Marche, la presentazione del “Bando per il sostegno alla competitività delle imprese nelle destinazioni turistiche, attraverso interventi di qualificazione dell’offerta e innovazione di prodotto/servizio, strategica e organizzativa” la cui scadenza è prevista per il 12 giugno 2019.

Un grande risultato della Strategia Aree Interne Appennino Pesarese Anconetano e una grande opportunità per le nostre imprese.

OBIETTIVO PRIMARIO:

Favorire progetti di investimento da parte delle micro imprese e delle piccole e medie imprese (MPMI), nel territorio regionale dell’area interna Appenino Basso Pesarese e Anconetano finalizzati a:

  •  rivitalizzare la competitività economica dei centri storici ed urbani;
  • rafforzare la capacità di accoglienza di turisti e di visitatori nelle Marche.

DOTAZIONE FINANZIARIA
€ 650.000,00

#lunionefalaforza

Di seguito il link con tutti i documenti per la domanda

http://www.regione.marche.it/…/bandi-Fe…/bandi/id_11498/1841

 

 

Inaugurato a Cantiano il “Museo della Turba”

Alla presenza del presidente della Giunta Regionale Luca Ceriscioli, del consigliere regionale locale Gino Traversini, del vescovo della diocesi di Gubbio Luciano Paolucci Bedini con il sindaco Alessandro Piccini, il presidente dell’associazione culturale Turba Maurizio Tanfulli a fare gli onori di casa, è stato inaugurato sabato 13 aprile il Museo della Turba a Cantiano ricavato nel Polo Museale di Sant’Agostino. Presenti anche il presidente di Europassione per l’Italia Flavo Sialino,  il professor Leandro Ventura del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e il Presidente dell’Unione Montana del Catria e Nerone Francesco Passetti. Il museo è il frutto del lavoro e della concertazione tra associazione Turba e Amministrazione comunale di Cantiano, Unione Montana del Catria e Nerone, Regione Marche .

PRESENTATO IL PROGETTO INTERCOMUNALE DI VIDEOSORVEGLIANZA DELL’UNIONE MONTANA DEL CATRIA E NERONE

Ottimo successo per la conferenza di presentazione del “PROGETTO INTERCOMUNALE DI VIDEOSORVEGLIANZA
svoltasi a Cagli, nel Salone degli Stemmi, lo scorso mercoledì 10 aprile 2019.
Una tematica, la sicurezza pubblica dei cittadini e del territorio, sentita e condivisa da tutte le comunità coinvolte: un progetto che ha visto all’opera tutti i comuni membri Comune di Cagli, Comune Di Acqualagna, Comune di Cantiano, Comune di Frontone, Comune di Serra Sant’Abbondio, Comune di Apecchio.
Sono intervenuti il Presidente dell’Unione Montana del Catria e del Nerone Francesco Passetti, ente capofila del progetto, il Sindaco di Cagli Alberto Alessandri, il Vice Questore di Urbino Dott. Simone Pineschi, il rappresentate della ditta Eurocom Michele Gugnali vincitrice dell’appalto, e ha moderato gli interventi l’assessore al Comune di Cagli e Unione Montana Rachele Saraga.
Erano presenti oltre ai cittadini, molti dei massimi esponenti delle Forze dell’Ordine locali e provinciali.
La sicurezza dei cittadini viene prima di ogni altra cosa!
#lunionefalaforza


Presentazione Progetto Intercomunale di Videosorveglianza

Dopo tanto lavoro finalmente siamo riusciti a partire con un progetto innovativo e che cambierà il volto della sicurezza dei nostri Comuni.
Un grazie alle Amministrazioni Comune Di Acqualagna Comune di Apecchio Comune di CagliComune di Cantiano Comune di Frontone Comune di Serra Sant’Abbondio ed ai Sindaci che hanno collaborato alla realizzazione di questa iniziativa: Alessandro Piccini, Alberto Alessandri, Vittorio Nicolucci, Andrea Pierotti, Ludovico Caverni, Francesco Passetti

Siamo lieti di invitarvi alla presentazione ufficiale:

PROGETTO INTERCOMUNALE DI VIDEOSORVEGLIANZA

mercoledì 10 aprile, ore 17:30
Salone degli Stemmi – Cagli

Nuovi servizi di Trasporto pubblico a chiamata per il territorio dell’ “Appennino Basso Pesarese Anconetano”

Nell’ambito della progettualità relativa alla mobilità dell’Area Interna dell’Appennino Basso Pesarese – Anconetanosono state definite le principali caratteristiche del nuovo servizio di Trasporto pubblico a chiamata che servirà i cittadini dei Comuni di Acqualagna, Apecchio, Cagli, Cantiano, Frontone, Piobbicoe Serra Sant’Abbondionella provincia di Pesaro e Urbino e dei Comuni di Arceviae Sassoferratonella provincia di Ancona.

Nei giorni scorsi, nel corso di un incontro che si è svolto presso Regione Marchealla presenza dei funzionari del settore trasporti dell’ente regionale, dei referenti dell’Unione Montana del Catria e Nerone,ente capofila della strategia, della società Isfort, incaricata di progettare i nuovi servizi, e delle aziende di trasporto Adriabuse ATMA, è maturata la decisione di avviare un nuovo modello di trasporto pubblico che all’interno di tre bacini (Acqualagna e comuni limitrofi, Cagli e comuni limitrofi, Sassoferrato-Arcevia) e in orari di morbida, ovvero nelle ore in cui i normali servizi di linea del trasporto pubblico sono pochi o del tutto inesistenti, consente di definire i percorsi e gli orari in modo del tutto flessibile, soddisfacendo quindi in modo puntuale le richieste degli utenti.

La prenotazione della corsa avverrà attraverso una semplice telefonata ad un operatore della centrale operativa, il quale indicherà all’utente la possibilità di effettuare la corsa richiesta, l’orario esatto di transito del bus e la fermata più vicina. Il nuovo servizio consentirà quindi di effettuare qualsiasi spostamento all’interno dell’area di attivazione del servizio stesso, ma allo stesso tempo di raggiungere anche luoghi esterni mediante l’interscambio con le autolinee di trasporto pubblico tradizionale.

Non meno importanti saranno poi il prolungamento nei mesi estivi delle attuali corse di linea che collegano Caglicon Gubbioe, soprattutto, l’attivazione di una nuova coppia di corse di ricucitura delle due province di Pesaro Urbino e Ancona, in grado di collegare Caglicon Sassoferrato(e da qui Fabriano) e poi con Genga(Grotte di Frasassi e vicina stazione ferroviaria).

“I nuovi servizi rappresentano una grande opportunità per la nostra realtà – dichiara il Presidente dell’Unione Montana del Catria e Nerone Francesco Passetti– che dobbiamo assolutamente cogliere dimostrando che il territorio è pronto ad ospitare nuove forme di trasporto pubblico, e ciò sarà possibile solo se nei nostri spostamenti quotidiani tutti insieme entreremo nell’ottica di lasciare qualche volta l’auto a casa scegliendo il servizio pubblico. I nuovi servizi, in particolare, saranno fondamentali per alcune categorie di persone, come gli anziani, i ragazzi che praticano attività sportive, ecc., sempre più costrette a rinunciare a muoversi per assenza di servizi adeguati”.

La sperimentazione dei nuovi servizi, che verranno attivati nell’ambito del progetto “Asili d’Appennino”promosso dalla Strategia Nazionale per le Aree interne (SNAI),coordinata dall’Agenzia per la Coesione territoriale, durerà due anni e già nei prossimi mesi sarà avviata una campagna di informazione che anticiperà l’effettivo avvio dei servizi, previsto in primavera.

eventi

MonthWeekDay
giugno 2019
lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica
27 maggio 2019 28 maggio 2019 29 maggio 2019 30 maggio 2019 31 maggio 2019 01 giugno 2019 02 giugno 2019
03 giugno 2019 04 giugno 2019 05 giugno 2019 06 giugno 2019 07 giugno 2019 08 giugno 2019 09 giugno 2019
10 giugno 2019 11 giugno 2019 12 giugno 2019 13 giugno 2019 14 giugno 2019 15 giugno 2019 16 giugno 2019
17 giugno 2019 18 giugno 2019 19 giugno 2019 20 giugno 2019 21 giugno 2019 22 giugno 2019 23 giugno 2019
24 giugno 2019 25 giugno 2019 26 giugno 2019 27 giugno 2019 28 giugno 2019 29 giugno 2019 30 giugno 2019

Sondaggio sulla mobilità dei cittadini

Al via l’indagine sulle abitudini di mobilità dei cittadini dei Comuni di Acervia, Acqualagna, Apecchio, Cagli, Cantiano, Frontone, Piobbico, Serra Sant’Abbondio e Sassoferrato per la progettazione dei nuovi servizi di trasporto pubblico a chiamata.

Vai al sondaggio

  • ISTALLAZIONE PRESSO LA REGIONE MARCHE